logowithouttext

Via Tadino, 18 - Milano

349/5846601

Associazione Fiorella Ghilardotti

Costruiamo un percorso di cittadinanza, nella società e nella scuola, per donne e per adolescenti straniere

logo

Le donne. L’educazione e l’Europa

Venerdì 15 marzo dalle 15.00 alle 17.30 si è tenuto, presso il Palazzo delle Stelline a Milano, un incontro dal titolo “Le donne. L’educazione e l’Europa”.

L’incontro è stato patrocinato dall’Ufficio Informazione del Parlamento europeo a Milano e organizzato dallAssociazione Fiorella Ghilardotti.

La presidente Maria Cristina Treu ha salutato i presenti a nome della nostra Associazione precisando le motivazioni della scelta dei temi e delle relazioni dell’appuntamento di quest' anno.

Il responsabile dell’Ufficio Informazione del Parlamento europeo a Milano per l’Informazione, Bruno Marasà ha introdotto i lavori segnalando che le iniziative del mese di marzo dedicate da alcuni anni al tema “L’Europa è per le donne”, che per il 2019 è "Women's Power in Politics", raccolgono un interesse sempre maggiore.

Sono intervenute, con Paola Bocci consigliera regionale, le deputate al Parlamento europeo Patrizia Toia e Elly Schlein che hanno chiarito l’importanza delle direttive votate dal Parlamento europeo in materia  di diritti delle donne. Tali direttive, che propongono posizioni più avanzate sulla parità di diritti fra uomini e donne, sulla conciliazione dei tempi di lavoro e sul riconoscimento del lavoro di cura di quelle di molti paesi europei, Italia compresa, ora aspettano di essere applicate.  Le prossime elezioni europee dovranno quindi vedere un maggior interesse e una maggior partecipazione delle donne al voto.

Paola Bocci nel suo intervento ha sottolineato il rischio che posizioni politiche sempre più retrive del governo nazionale e della regione Lombardia mettano in discussione persino diritti dati per acquisiti da tempo.

È poi intervenuta Marina Cova, tutor della nostra Associazione, che ha descritto le attività per il Sostegno allo studio destinate a studentesse figlie di immigrati. Il contributo economico e l’ausilio in caso di difficoltà nello studio, e, soprattutto, il rapporto che si crea fra tutor e ragazze sono finalizzati a realizzare il diritto allo studio e a rinforzare le condizioni che permettano loro di avere fiducia in se stesse e nel futuro.

stripe2